Home » Bookstore » L’ultimo misantropo - Pino Spagnolo

L’ultimo misantropo - Pino Spagnolo

L’ultimo misantropo - Pino Spagnolo - Europa Edizioni

Si può scrivere un romanzo che tratta temi scottanti e delicati con una grande ironia? Il ritrovamento di fotografie pedopornografiche nel computer di un uomo in vista può costituire l’elemento centrale di un libro che spesso e volentieri fa fare qualche risata? La risposta è piuttosto semplice: dipende da chi sta scrivendo. Se la penna è nella mano di Pino Spagnolo, non c’è dubbio. Ora, se consideriamo quanto straordinariamente efficace sia l’accoppiata serietà-ironia, forse possiamo renderci conto di quale perla abbiamo in mano. Romano Muratore, protagonista di questa strampalata vicenda, ci guiderà attraverso le assurde conseguenze, le improbabili trafile e gli spericolati “giramenti di frittata” che probabilmente possono esistere solo in un paese di folli come l’Italia. Leggete queste parole, sfogliatele pagina dopo pagina, assaporatene l’essenza, fatevi le vostre risate, percepite quel loro sofisticato gusto surreale e poi lasciatevi pervadere da quel senso di agitazione che, potete contarci, vi raggiungerà. Perché quello che state per leggere… è tutto, completamente, drammaticamente… vero.


«Eppure mio fratello l’ho visto stamattina e non mi ha detto niente.» «Probabilmente non ne vuole parlare. L’argomento è scabroso e pestilenziale.» «Già, forse è meglio.»

 

Pino Spagnolo nasce a Carmiano (LE) il 14 marzo 1955 e attualmente vive a Casarano (LE): è sposato ed ha un figlio di quattordici anni. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Padova e aver servito la patria col servizio militare obbligatorio rientra al sud. Con molta fatica si inserisce nel mondo del lavoro cambiando spesso attività che lo arricchiscono di esperienze e di conoscenze di personaggi tipici del sud. Da alcuni anni è disoccupato e, spinto dalle contingenze, ha scoperto la passione dello scrivere con uno stile tutto suo, usando la penna, quando necessario, come un randello. L’autore ha descritto una storia vera, in cui il protagonista del romanzo vive un’assurda situazione cercando di tirarsi fuori chiedendo aiuto sempre e solo a porte chiuse con le istituzioni che girano il capo dall’altra parte. L’autore, come autodidatta, ha studiato l’ironia e l’irriverenza mettendone in luce i limiti e privilegiando il paradosso, il sarcasmo, e la presa per i fondelli come armi efficaci per annichilire certi personaggi. “Sono un testimone di nefandezze” rispose a chi gli chiedeva quale fosse il suo ruolo sulla madre terra. L’autore è iscritto alla “Società di Storia Patria” della Puglia, sezione di Lecce.

 

  • Genere: Narrativa
  • Listino: € 16.90
  • Editore: Europa Edizioni
  • Collana: Edificare Universi
  • Pagine: 376
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788893840644
 
Formati