Home » Bookstore » Diario discontinuo di un ipovedente felice - Alessio Camusso

Diario discontinuo di un ipovedente felice - Alessio Camusso

Diario discontinuo di un ipovedente felice - Alessio Camusso - Europa Edizioni

«Sto incominciando a pensare al domani non più come a un’altra serie interminabile di minuti da riempire, occupare, ma come a una nuova possibilità, un nuovo viaggio dentro me stesso.»

 

Essere consapevoli che la propria vista è progressivamente in declino è già una pessima cosa di per sé. Quando capita ad un uomo che legge quotidianamente almeno trenta pagine, la faccenda si fa ancor più pesante. La sentenza, tuttavia, è inappellabile. Si tratta di una malattia degenerativa, probabilmente di origine genetica, e c’è poco da fare, a parte qualche iniezione intracorneale che non può far molto, a parte rallentare il processo. Eppure c’è uno spirito indomabile nel cuore di Alessio Camusso. Il suo lungo diario, brillantemente definito “discontinuo”, mostrerà proprio questa sua natura. È vero, non è più un adolescente, ha diverse estati alle spalle, ma è esattamente questo il motivo per cui leggere le sue pagine diventa una vera scoperta. Non solo vi ritroverete a saltare di anno in anno, passando dal 2005 al 2012, poi al 1997 e da lì al 2013, e via, come in una danza sulla linea spezzata del tempo. Dall’Africa all’Europa, da un’avventura all’altra, mentre gli effetti della malattia inizieranno a farsi notare, causando tutte le difficoltà e le frustrazioni previste, ma anche offrendo risvolti del tutto inattesi e conseguenze sorprendentemente positive.

 

Alessio Camusso si innamorò della letteratura quando era un bambino. Sua madre gli raccontava fiabe ricavate dai grandi poemi epici. Quando era in quinta ginnasio al “D’Azeglio” di Torino, l’editore Marzocco pubblicò, dietro suggerimento di Calvino, un libro con le sue poesie e due racconti. Terminati gli studi, frequentò per un anno l’Accademia Albertina, allievo di Francesco Menzio, perché anche la pittura faceva parte della sua vita. Per una decina d’anni si dedicò alla pubblicità. Nei rari momenti liberi dipingeva, esponendo in qualche mostra, e scriveva, finché si accorse che doveva farlo a tempo pieno. Poi andò in Kenya e si innamorò dell’Africa. Tornato in Italia, sposò Janet, conosciuta anni prima a Nairobi. Tre anni dopo i due lasciarono l’Italia per la Tanzania, terra di Janet, nella quale hanno aperto una piccola scuola per bambini sordomuti. Intanto Camusso continuava a dedicarsi alla scrittura e alla pittura, finché un carcinoma polmonare li ha costretti a tornare a Torino dopo otto anni. Ma non è finita, e ce lo racconta in queste pagine.

"il libro è composto da 2 volumi".

 

  • Genere: Narrativa
  • Listino: € 18,90 Vol. 1 + Vol. 2
  • Editore: Europa Edizioni
  • Collana: Edificare Universi
  • Pagine: 366+426
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788893843003
formati