Home » Bookstore » Cibo contro cancro. La sfida mediterranea - Mirta Pari

Cibo contro cancro. La sfida mediterranea - Mirta Pari

Cibo contro cancro. La sfida mediterranea  - Mirta Pari - Europa Edizioni

Titolo: Cibo contro cancro. La sfida mediterranea
Autore: Mirta Pari
Collana: Fare Mondi
Pagine: 152
Prezzo: 13,90
Ebook: 5,49
Isbn: 9788868549367

Formati

Come può incidere una corretta o scorretta alimentazione nella prevenzione del tumore soprattutto per chi ha una predisposizione alla malattia o in fase di malattia conclamata anche sulla buona riuscita delle terapie? Dopo un’introduzione sulla biologia del cancro, nel testo vengono prese in esame le possibili concause ed infl uenze ambientali sullo sviluppo della malattia neoplastica con riferimento all’epigenetica, la nuova branca della genetica che studia l’interazione tra geni ed ambiente. Le diverse condotte alimentari possono considerarsi dei co-fattori cruciali sia per i possibili effetti sulla cancerogenesi iniziale che per la prevenzione delle recidive di malattia in chi ha già avuto una diagnosi di cancro. L’intento è quello di chiarire e codifi care “Cibi Sì/Cibi No” in prevenzione o in corso di malattia. L’Autrice nelle vesti di biologa fisio-patologa, ma ancor prima di donna ammalatasi lei stessa di cancro, affronta con competenza e professionalità un tema complesso e delicato.

Mirta Pari è nata a Lugano (Svizzera) nel 1970. Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Padova nel 1995 e regolarmente iscritta all’Ordine Nazionale Biologi, è abilitata all’esercizio della professione di biologo dal 1997. Grazie ad anni di lavoro nel settore farmaceutico ospedaliero, in veste di Product Specialist, ha avuto modo di integrare esperienze e maturare conoscenze in ambiti clinici molto specialistici quali allergologia, reumatologia, endocrinologia, cardiologia, neurologia, radioterapia ed oncologia. Nel tempo ha sviluppato un profondo interesse per il potenziale ruolo preventivo e terapeutico che la nutrizione può ricoprire in quadri fisio-patologici anche molto difficili. Attualmente esercita come biologa nutrizionista in libera professione, dopo il conseguimento del relativo titolo accademico presso l’Università Politecnica delle Marche.

 

Rassegna stampa - News

Rassegna Stampa - News

Rassegna Stampa - News

Rassegna Stampa - News